Vai al contenuto

Articoli etichettati ‘tag’

9
Feb

Come si usa Instagram

Dopo l’articolo sul perché usare Instagram, vediamo come usarlo al meglio, sfruttandone l’aspetto social per dare un po’ più di visibilità ai nostri scatti.

Il primo passo è, ovviamente, scattare una foto per pubblicarla: l’operazione è molto semplice, basta cliccare sul pulsante “Condividi” che si trova al centro della barra inferiore dell’applicazione e ci si aprirà subito la fotocamera con il classico pulsante di scatto. In alternativa, è anche possibile scegliere una foto già presente nella libreria dell’iPhone, cliccando sul pulsante con il doppio quadrato che si trova in basso a sinistra. Leggi il restoRead more


10 commenti
7
Lug

Come taggare le foto

Seat Leon Long RunTaggare le foto è un buon metodo per ritrovarle facilmente nella propria collezione e, se si pubblicano online, per renderle più visibili. Non ci sono regole definite che stabiliscono come bisogna scrivere i tag nelle foto ma ognuno può e deve scegliere quello che trova più comodo e congeniale a se stesso e all’uso che fa delle immagini. Io ho cambiato almeno un paio di volte il mio sistema di tagging e non sono ancora del tutto sicuro di quello che uso attualmente, ma voglio condividere qualche indicazione per aiutare quelli che vogliono iniziare a dare ordine alla propria collezione. Leggi il restoRead more


1 commento
29
Set

WordPress 2.3

Con un po’ di ritardo rispetto al rilascio ufficiale, ho aggiornato il blog alla versione 2.3 di WordPress e, come sempre, l’aggiornamento è stato del tutto indolore: caricati i vecchi file e lanciato lo script di aggiornamento (questa volta necessario per via di un aggiornamento alla struttura del database).

Visto che si tratta di una major release, questa volta ho cancellato prima tutti i vecchi file, preoccupandomi di non cancellare la cartella wp-content, dove si trovano temi e plugin, e il file di configurazione.

La novità più rilevante di questa versione è l’integrazione di un meccanismo di tagging degli articoli, cosa che fino a oggi si poteva fare solo con plugin esterni (ci sono varie procedure per importare i dati dai plugin di tagging più noti). Per tutte le altre novità c’è il blog del sito ufficiale.

Proprio questa novità ha introdotto i cambiamenti alla struttura del database, cosa che rende alcuni plugin, quelli che fanno uso delle categorie, incompatibili con la nuova versione, per cui prima di aggiornare è opportuno fare un controllo per vedere se i plugin che si usano sono compatibili o meno; c’è a disposizione sul sito ufficiale un elenco di compatibilità per molti plugin.


2 commenti
29
Ago

Tag, tag, tag…

Ho aggiunto al blog un plugin per associare dei tag agli articoli. Come ho già accennato nell’articolo precedente i tag sono un comodo metodo per catalogare un singolo oggetto in più contenitori ed è un metodo utilizzato sempre di più su internet perché facilita la ricerca delle informazioni e la loro correlazione.

Per aggiungere i tag a WordPress ho usato il plugin Ultimate Tag Warrior e ho poi provveduto ad adattare il tema che uso nel blog all’uso dei tag semplicemente configurando il plugin e modificando la pagina tag.php, fornita da UTW, partendo dalla pagina archive.php del tema Giraffe2 per mantenere lo stesso layout che hanno le normali pagine di ricerca del tema, una cosa da 2 minuti e che uniforma perfettamente la ricerca per tag a quella per categorie o data.

Oltre a questo ho aggiunto il mio blog a Technorati per dargli un po’ più di visibilità.


Nessun commento
28
Ago

Siti preferiti disponibili ovunque

Da tempo ero alla ricerca di un qualcosa che mi rendesse facilmente accessibili tutti i miei bookmark sia nel browser a casa che in quello in ufficio. Dopo tanto cercare, tempo fa, scoprii Live Favorites, un servizio di segnalibri online di Microsoft abbastanza immediato da usare e in cui potevo mettere tutti i miei link per averli disponibili ovunque avessi un accesso a internet. L’ho usato per un po’ ma il suo limite, secondo me, è che per accedere all’elenco bisogna entrare nel sito, poco immediato per i miei gusti. Con Live Messenger installato si può avere l’elenco dei preferiti all’interno di una scheda di msn, ma anche in questo caso c’è poca immediatezza, oltre al fatto che il sito si apre immancabilmente con Internet Explorer e la cosa non mi piace.

Alla fine avevo rinunciato a cercare un servizio che non esisteva salvo poi, per caso, imbattermi in Google Bookmarks. Lo avevo notato tempo fa ma consentiva di aggiungere i segnalibri in un’unico insieme, decisamente poco versatile. Recentemente e in sordina è stato ampliato e ora si possono aggiungere i preferiti catalogandoli con dei tag (cosa che fa anche Live Favorites), proprio quello che stavo cercando. La catalogazione per tag fa si che un sito che tratti, per esempio, di impianti audio in auto possa essere trovato sia all’interno del tag auto che del tag audio, cosa che normalmente non accadeva nella normale catalogazione per cartelle, o lo mettevo nella cartella auto o in quella audio o lo salvavo in entrambe. Il tutto poi, in classico stile Google, ha un’interfaccia decisamente semplice, immediata e veloce.
L’ideale complemento a questo servizio l’ho trovato nell’estensione per Firefox GMarks. Questa estensione aggiunge al browser una sidebar con l’elenco dei bookmark presi da Google suddivisi per tag, modifica la finestra standard di aggiunta segnalibri fornendo la possibilità di aggiungere il segnalibro direttamente in Google Bookmarks. Ha anche una comoda funzione per importare i segnalibri di Firefox che poi andranno catalogati uno per uno per averli perfettamente organizzati.


1 commento