Vai al contenuto

Articoli etichettati ‘firefox’

3
Lug

GMail come client di posta predefinito in Firefox 3

Se anche voi, come me, non usate più un client di posta ma solamente l’interfaccia web di GMail, magari anche con qualche account POP3 configurato, troverete molto utile questo hack per utilizzare GMail come client di posta predefinito in Firefox 3. Questo evita che, cliccando su un link di tipo mailto: si apra un programma come Thunderbird o Outlook e compaia il classico wizard per la prima configurazione.

La procedura è stata scritta su Lifehacker e riportata poi sul blog ufficiale di GMail, consiste di pochi, semplici, passaggi:

  1. Entrare in GMail con Firefox 3
  2. Nella scheda in cui è aperto GMail incollare questa stringa nella barra degli indirizzi del browser e premere Invio
    javascript:window.navigator.registerProtocolHandler("mailto", "https://mail.google.com/mail/?extsrc=mailto&url=%s","GMail")
    In caso si utilizzi Google Apps, la stringa da incollare è questa (assicurandosi di sostituire il dominio example.com con quello corretto)
    javascript:window.navigator.registerProtocolHandler("mailto", "https://mail.google.com/a/example.com/mail/?extsrc=mailto&url=%s","GMail")
  3. Fatto ciò, Firefox chiederà il permesso di aggiungere l’applicazione come gestore dei collegamenti di tipo mailto, confermare cliccando su Aggiungi applicazione
  4. Cliccando su un qualsiasi collegamento ad un indirizzo di posta si aprirà una finestra che chiederà di scegliere l’applicazione con cui aprire il collegamento, selezionare GMail e, se necessario, selezionare la casella per ricordare la scelta in futuro, in modo da rendere GMail l’opzione predefinita

Se l’operazione non dovesse andare a buon fine controllare, digitando about:config nella barra degli indirizzi e dando Invio, che l’opzione network.protocol-handler.external.mailto sia impostata a true.

Questo trucco funziona solamente con Firefox 3, sfrutta infatti una delle nuove caratteristiche di questa versione: la gestione dei protocolli web che gli consente di usare un protocollo tramite un’applicazione web e non più solamente con un’applicazione software installata nel computer.


Nessun commento
28
Ago

Siti preferiti disponibili ovunque

Da tempo ero alla ricerca di un qualcosa che mi rendesse facilmente accessibili tutti i miei bookmark sia nel browser a casa che in quello in ufficio. Dopo tanto cercare, tempo fa, scoprii Live Favorites, un servizio di segnalibri online di Microsoft abbastanza immediato da usare e in cui potevo mettere tutti i miei link per averli disponibili ovunque avessi un accesso a internet. L’ho usato per un po’ ma il suo limite, secondo me, è che per accedere all’elenco bisogna entrare nel sito, poco immediato per i miei gusti. Con Live Messenger installato si può avere l’elenco dei preferiti all’interno di una scheda di msn, ma anche in questo caso c’è poca immediatezza, oltre al fatto che il sito si apre immancabilmente con Internet Explorer e la cosa non mi piace.

Alla fine avevo rinunciato a cercare un servizio che non esisteva salvo poi, per caso, imbattermi in Google Bookmarks. Lo avevo notato tempo fa ma consentiva di aggiungere i segnalibri in un’unico insieme, decisamente poco versatile. Recentemente e in sordina è stato ampliato e ora si possono aggiungere i preferiti catalogandoli con dei tag (cosa che fa anche Live Favorites), proprio quello che stavo cercando. La catalogazione per tag fa si che un sito che tratti, per esempio, di impianti audio in auto possa essere trovato sia all’interno del tag auto che del tag audio, cosa che normalmente non accadeva nella normale catalogazione per cartelle, o lo mettevo nella cartella auto o in quella audio o lo salvavo in entrambe. Il tutto poi, in classico stile Google, ha un’interfaccia decisamente semplice, immediata e veloce.
L’ideale complemento a questo servizio l’ho trovato nell’estensione per Firefox GMarks. Questa estensione aggiunge al browser una sidebar con l’elenco dei bookmark presi da Google suddivisi per tag, modifica la finestra standard di aggiunta segnalibri fornendo la possibilità di aggiungere il segnalibro direttamente in Google Bookmarks. Ha anche una comoda funzione per importare i segnalibri di Firefox che poi andranno catalogati uno per uno per averli perfettamente organizzati.


1 commento