Vai al contenuto

Articoli dalla categoria ‘Sito’

17
Giu

Facebook e i blog personali – un anno dopo

Un anno fa mi chiedevo se avesse ancora senso mantenere un blog personale, visto lo strapotere di Facebook nel centralizzare l’utenza internet, e da un po’ ho ripreso a scrivere qui sul blog, segno che una risposta me la sono data: si, ha ancora senso ma… Leggi il restoRead more


1 commento
17
Giu

Riorganizzazione categorie

Preso da manie di pulizie di primavera in ritardo, ho cercato di dare un po’ più di senso alle categorie del blog. Non sono ancora del tutto convinto dell’organizzazione e probabilmente cambierò qualcosa a breve, ma va già molto meglio di prima e la riduzione del numero di categorie mi consente di renderle visibili anche nella barra dei menù.

Come al solito, critiche e suggerimenti sono ben accetti.


Nessun commento
27
Mag

Nuovo layout

Ora che ho ripreso, non so ancora per quanto tempo, ad aggiornare con più costanza il blog, ho deciso che era il caso di dare una rispolverata anche all’aspetto grafico del sito, che non ha più avuto aggiornamenti da almeno un paio di anni e comincia a sentire il peso dell’età.

Mi sono lanciato nella ricerca di un tema semplice ma gradevole, con colori abbastanza neutri e chiaro nelle aree dove c’è il testo. L’idea era di restare più o meno sulla falsa riga di quello già esistente, quindi sfondo scuro, intestazione scura e blocco centrale chiaro, ma che avesse un aspetto un po’ più moderno.

La ricerca mi ha portato ad un’insieme di 4-5 temi tra i quali ho, per ora, scelto quello attuale. Sono ancora in fase di assestamento, quindi non escludo di cambiarlo per un altro, ma questo combacia molto con quello che cercavo. Alcune cose non mi piacciono ma vedrò di sistemarle a poco a poco, tipo la barra nera in alto dove c’è il tasto Home che spero non capirete cosa sia perché l’avrò già rimossa 🙂

Se avete critiche o suggerimenti da fare sul nuovo tema o avete un tema da consigliarmi, lasciate pure un commento.


4 commenti
20
Mag

Fotogallery: sito personale o servizio online?

LightroomHo deciso di riprendere a pubblicare online qualche mio scatto fotografico ed ho iniziato il processo di selezione del luogo dove pubblicare le foto. La prima domanda che mi sono posto è stata: metto le foto sul mio sito o su uno dei vari siti di fotosharing?

Leggi il restoRead more


3 commenti
15
Giu

Facebook e i blog personali

FacebookC’era una volta il sito personale, una o due scarne paginette HTML, poggiate su piattaforme che offrivano spazio agli utenti come Geocities, per citare forse il più famoso, che contenevano un’immagine di sfondo e poco altro scritto sopra, a semplice testimonianza di voler essere parte di quella grande novità che era Internet, la propria bandiera piantata sul suolo virtuale del nuovo mondo. A quel tempo si era pionieri, quelli che avevano almeno una pagina online erano quasi dei miti per i loro amici meno “tecnologici” che spesso non avevano neanche la possibilità di accedere alla rete e ci vedevano dentro l’ignoto.

Dal mondo fatto di grossi siti contenitori di pagine di utenti, fornitori di spazio virtuale per mettere online la propria presenza, i soliti pionieri si sono evoluti creando i propri siti personali su un proprio dominio e di pari passo si è evoluto il modo di fare web, dal semplice HTML statico si è passati ai contenuti dinamici, prima con i CGI e poi con le pagine ASP, PHP, ColdFusion. L’avanzamento della tecnologia, negli ultimi anni, ha semplificato di molto la creazione e la messa online dei contenuti, rendendo l’operazione alla portata quasi di tutti, e così hanno iniziato a proliferare i blog personali e in generale lo “user generated content”, il famoso Web 2.0.

Oggi, anzi ieri erano in molti ad avere un blog personale da cui condividere i propri pensieri, le proprie esperienze e le proprie scoperte con i propri conoscenti e magari con i conoscenti dei conoscenti e qualche lettore occasionale arrivato da un motore di ricerca. Ci sono persone che hanno creato un blog su un proprio sito e persone che utilizzano il servizio offerto da piattaforme comuni come Blogger, Splinder, WordPress.com e tanti altri, tutti, però, sono spinti a condividere contenuti dalla loro fruizione, ovvero è chi legge quei contenuti che spinge il blogger a scriverli.

Poi venne Facebook, un sito dove si può fare tutto ciò che prima si faceva attraverso siti differenti: si possono scrivere brevi messaggi di stato come su Twitter, note come su un blog, condividere video come su Youtube, foto come su Flickr, chattare come su un instant messenger, giocare ai giochi in Flash. La possibilità di cercare gli “amici” (volutamente tra virgolette) per nome e cognome e la semplicità di ogni operazione ha abbassato di molto la soglia di ingresso; usare Facebook è, purtroppo, alla portata di chiunque. Tutto ciò ha fatto si che la gran parte dell’utenza di internet, come testimonia il numero di utenti registrati, si sia spostata dentro il recinto di Facebook e per buona parte abbia abbandonato il resto o addirittura non sappia neanche che esista.

Alla luce di questo mi pongo una domanda: ha ancora senso avere un blog/sito personale, non “famoso”, quando ormai i tuoi possibili lettori sono rinchiusi dentro Facebook e avresti molte più letture e commenti con uno stato di 150 caratteri invece che un articolo di 10 righe? Condividendo qualcosa su Facebook lo si rende quantomeno visibile immediatamente ai propri “amici”, poi magari molti lo ignorano ma altri lo leggono, lo commentano e magari a loro volta lo ricondividono, perché tutte queste operazioni sono molto semplici da fare. E’ anche vero che è compito di chi scrive cercare di fidelizzare il lettore, dargli qualcosa che lo faccia tornare, ma non sempre, soprattutto se non si ha un blog dedicato ad un argomento specifico e lo si aggiorna di frequente, ci si riesce.


7 commenti