Vai al contenuto

7 luglio 2011

1

Come taggare le foto

Seat Leon Long RunTaggare le foto è un buon metodo per ritrovarle facilmente nella propria collezione e, se si pubblicano online, per renderle più visibili. Non ci sono regole definite che stabiliscono come bisogna scrivere i tag nelle foto ma ognuno può e deve scegliere quello che trova più comodo e congeniale a se stesso e all’uso che fa delle immagini. Io ho cambiato almeno un paio di volte il mio sistema di tagging e non sono ancora del tutto sicuro di quello che uso attualmente, ma voglio condividere qualche indicazione per aiutare quelli che vogliono iniziare a dare ordine alla propria collezione.

Che tag uso?

I tag di una foto dovrebbero essere la risposta alla domanda “cosa vedo?”. Come detto, lo scopo ultimo di taggare le immagini è quello di poterne trovare una, in poco tempo, tra le migliaia che si hanno sull’hard disk o su un sito, quindi la scelta delle parole andrà fatta sulla base di ciò che è riprodotto. Nel rispondere, però, bisogna anche considerare dove verranno pubblicate le foto, quindi come si presume verranno ricercate: se su un sito di fotosharing, come Flickr o deviantART, o su un sito di microstock, per la vendita, e se il sito è in inglese o in italiano, o, ancora, se vanno inviate ad una redazione. A seconda del target finale, la scelta dei tag dovrà necessariamente essere diversa.

Dopo un po’ di anni di tagging selvaggio in cui provavo di tutto di più, ho iniziato a darmi qualche regola. Nell’ultimo anno ho fatto molte foto a gare di auto e concerti, quindi questo tipo di foto sono quelle per cui dettaglio meglio i tag, avendone molte, mentre foto più generiche, come foto delle vacanze, hanno tag meno specifici.

Nelle foto di auto specifico sempre marca e modello, se sono fatte ad una gara e il luogo in cui si svolge, se la vettura è in pista o su sterrato o nei paddock. Non scrivo, invece, il colore dell’auto, cosa che farei se le foto fossero per uso professionale o vendita. Per esempio, nella foto di apertura, i tag sono “auto, gara, leon, misano, pista, seat”.
Nelle foto delle vacanze, come detto, sono meno dettagliato e, solitamente, uso taggarle con il nome della località in cui sono scattate e qualche descrizione generica del soggetto e dell’ambiente, per esempio potrei usare “Roma, chiesa, piazza” in una foto di S.Pietro o “tramonto, lago, Como” per una foto al tramonto in cui si vede il lago di Como. Tag molto semplici e intuitivi.

Singolare o plurale?

Ho avuto per tanto tempo questo dubbio, poi ho deciso di adottare le normali regole grammaticali: singolare se nella foto c’è un solo oggetto a cui il tag si riferisce, plurale se ce ne sono più di uno. Per cose generiche tipo foto in cui si vede un paesaggio o foto in notturna, uso sempre la forma singolare, quindi “paesaggio”, “notturno”, “lago”

Italiano o inglese?

Pubblicando anche online, ho scelto di taggare anche in inglese per avere ancora maggiore visibilità, a seconda dei programmi che si usano, taggare in più lingue potrebbe essere molto semplice o richiedere un po’ più di tempo. La scelta che ho fatto io è di usare i sinonimi in Lightroom, ovvero associo alla foto il tag in lingua inglese e ne specifico, come sinonimo, la traduzione in italiano. Nelle opzioni del programma ho specificato che dovranno essere esportati nella foto anche tutti i sinonimi e, in questo modo, ogni volta che riuso lo stesso tag, automaticamente viene applicato anche il suo sinonimo, quindi la traduzione.

Taggare per la vendita

Chi, invece, pubblica per la vendita, dovrebbe essere molto più preciso e dettagliato nella scelta dei tag, come anticipato più in alto, una foto di un’auto, non sarà taggata solo con “auto” ma anche con il suo colore, con la marca e il modello, con qualcosa che descriva l’azione come “sorpasso” o “incidente” per esempio. Chi cerca una foto da comprare ha già un’idea abbastanza precisa di cosa vuole ed essere precisi nei tag aiuta a farlo arrivare alla propria foto.

Leggi altro da Fotografia

Articoli simili:

Fotogallery: sito personale o servizio online?
Catalogare le foto: Picasa vs Lightroom
Come si usa Instagram
  1. Mascalzone Latino
    Ott 26 2013

    Ma il termine tag da dove deriva ? Ed è più esatto scrivere taggare o tagghare ? Così come per il plurale non sarebbe più coerente scrivere tags ?

Condividi ciò che pensi, scrivi un commento.

(required)
(required)

Nota: HTML è permesso. Il tuo indirizzo e-mail non sarà mai pubblicato.

Sottoscrivi i commenti