Vai al contenuto

17 giugno 2011

1

Facebook e i blog personali – un anno dopo

Un anno fa mi chiedevo se avesse ancora senso mantenere un blog personale, visto lo strapotere di Facebook nel centralizzare l’utenza internet, e da un po’ ho ripreso a scrivere qui sul blog, segno che una risposta me la sono data: si, ha ancora senso ma…Ha ancora senso ma è comunque utile, se non necessario, condividere su Facebook l’articolo appena scritto, per far sapere agli “amici” che c’è qualcosa di nuovo e dargli visibilità. Ho trovato molto utile allo scopo il plugin Wordbooker per WordPress che pubblica automaticamente un aggiornamento sul proprio profilo Facebook e tiene allineati i commenti tra le due piattaforme.

Ha ancora senso ma per articoli di approfondimento, non ha più senso farlo per segnalare un link che si ritiene interessante o semplicemente per comunicare al mondo uno stato, per quello è molto più comodo e veloce usare un social network. Teoricamente, quindi, su un blog è più facile che si trovino cose interessanti da leggere.

All’epoca non consideravo rilevante Twitter, oggi le cose sono cambiate e i cinguettii stanno aumentando notevolmente rendendo valide più o meno le stesse considerazioni fatte poco sopra per Facebook, soprattutto tenendo conto della limitazione dei 140 caratteri che vincola a pubblicare solo brevi “spot” dei propri pensieri e rendendo obbligatorio l’uso di una piattaforma esterna per concetti più estesi.

Articoli simili:

Wordpress 2.2
Test Windows Live Writer
I social network
  1. Giu 17 2011

    Scrivi sempre articoli interessantissimi! Condivido al 100% il tuo pensiero.
    Ormai bisogna ammettere lo stra-potere di Facebook.
    Gira tutto intorno a lui.

Condividi ciò che pensi, scrivi un commento.

(required)
(required)

Nota: HTML è permesso. Il tuo indirizzo e-mail non sarà mai pubblicato.

Sottoscrivi i commenti