Vai al contenuto

16 maggio 2007

4

Sex Crimes and Vatican

Riporto un documentario della BBC, sottotitolato in italiano, sull’insabbiamento dei crimini sessuali da parte del Vaticano. Il filmato non è mai stato trasmesso in Italia né se ne è mai parlato sui giornali, Internet è l’unico mezzo per diffonderlo nel nostro paese, ulteriore testimonianza di come l’informazione, in Italia, non sia completamente libera ma pilotata dai “poteri forti” che decidono cosa diffondere e cosa no alla popolazione.

Clicca qui per vedere il video di 38 minuti

Articoli simili:

Il tempo a modo mio
Facebook e i blog personali
Facebook e i blog personali - un anno dopo
  1. Peggy
    Mag 16 2007

    Dopo averlo visto per intero, che dire… casi del genere non ne ho mai sentiti personalmente, conosco solamente una ragazza che qualche anno fa è stata baciata da un prete molto giovane, che chiese il trasferimento per il timore di fare cavolate. E’ da precisare che anche lei era attratta da lui e che quindi solamente loro due possono sapere veramente come siano andate le cose.
    Vogliamo chiudere gli occhi anche su tutte le ossicine di bambini trovate sotto i conventi o dei passaggi segreti che c’erano (e forse ci saranno ancora) tra i conventi di suore e di preti?
    Se devo essere sincera io farei avere una vita normale ai preti: una moglie, dei figli, una vita sessuale (la natura funziona anche a loro)… solamente così potrebbero veramente capire i problemi delle famiglie ed aiutarli. La Chiesa è troppo chiusa come mentalità e più passano gli anni, e più si chiudono gli ultimi spiragli, basti pensare alle legge 40 o ai dico… potrei continuare ma mi fermo, da credente mi dispiace ammettere certe cose, mi dispiace non vedere nella Chiesa attuale quello che uno si aspetterebbe…

  2. Mag 17 2007

    Infatti è abbastanza ridicolo che dicano di voler difendere la famiglia, che la famiglia è importante… quando poi loro stessi non possono avere una famiglia. Purtroppo la fede incondizionata della gente dà loro il potere di pilotare le masse.

Condividi ciò che pensi, scrivi un commento.

(required)
(required)

Nota: HTML è permesso. Il tuo indirizzo e-mail non sarà mai pubblicato.

Sottoscrivi i commenti